Stare al passo con i tempi non significa seguire la moda del momento ripiegandosi a prodotti e gusti che forse non ci appartengono fino in fondo, ma significa sfruttare le migliori potenzialità che il nostro tempo possa offrirci. Un esempio su tutti è l’uso, ormai incontrastato, del total white negli arredi e nelle rifiniture di casa. Vi chiederete, «quali potenzialità avrà mai un colore? E’ solo questione di gusti».

Non è così. Si è gradualmente passati dalle carte da parati che hanno riempito le case degli anni ’60 e ’70 sino alle tinte unite che hanno dominato gli ultimi decenni ed ora a farla da padrone su tutti i colori è il bianco, non solo sulle pareti, ma anche sugli arredi e sulle rifiniture.

I vantaggi del total white

Il bianco, per quanto risaputo è sempre meglio ricordarlo, aumenta la percezione di ampiezza degli spazi, rendendoli più luminosi poichè il colore bianco è in grado di riflettere la luce naturale. Questo primo vantaggio del total white corrisponde, oggi, ad una necessità più che concreta, quella di ampliare gli appartamenti di nuova costruzione. Le costruzioni degli ultimi decenni, infatti, è inutile non ammetterlo, sono ispirati ad alveari in cui si soddisfa il bisogno minimo di spazio, che in prospettiva di una vita intera potrebbe risultare angusto. Provate ad immaginare una casa di 80 mq rivestita con carte da parati, adornata da tendaggi imperiali e mobili stile Versailles. Ecco appunto, non ci sarebbe più spazio per voi. Optare per un arredamento total white, inoltre, permette di sfruttare l’impatto del colore in maniera sorprendente. Si, il colore. Un arredamento total white non significa certamente bandire i colori dalla vostra vita, ma valorizzarli, permettendo al colore di avere un impatto sull’ambiente che faccia la differenza e permetta di personalizzare le vostre case. Come? Quadri e oggettistica la fanno da padrone. Scegliere tele coloratissime da appendere alla parete, adornare i vostri quadri con cornici elaborate oppure arricchire gli angoli di casa con oggetti dai colori pop ed eclettici è la scelta migliore per riscaldare un ambiente total white rendendolo giovane e fresco. Anche la classe e l’eleganza però trovano una zona di confort nel total white; basterà scegliere colori classici e decisi come il grigio, il tortora o il nero che assicureranno alla vostra casa uno stile chic, senza dimenticare colori più tenui come il glicine o il blu balena.

Attenzione alle rifiniture e al pavimento

Il total white, però, è un’arma a doppio taglio, per questo è necessario curare attentamente la scelta delle rifiniture e del pavimento. Se una casa interamente bianca potrebbe evocare freddezza, allora sarà il caso di riscaldarla con l’uso del materiale più caldo che possa esistere, il legno. La natura del materiale permette, infatti, di trovare le applicazioni più svariate: dal parquet (dati costi si potrebbe optare anche per il più conveniente pvc) sino al piano della cucina, passando per l’inserimento di travi in legno sui soffitti. Al contrario, invece, optare per il marmo o per il cotto potrebbe raffreddare gli ambienti o peggiorarli inesorabilmente.

Per le rifiniture, invece, è raccomandabile non discostarsi dall’uso del bianco, fatta eccezione per le porte che potrebbero richiamare i colori caldi del legno visto l’ampio ventaglio di gradazioni e venature disponibili in commercio.

Siete ancora titubanti sui vantaggi che il total white apporterebbe alla vostra casa? Per eliminare ogni perplessità potremmo aggiungere che la scelta del bianco permette di avere la casa sempre pulita, sempre che lo vogliate, dato che il bianco rende visibile lo sporco.

Cosimo Giuseppe Pastore

CONDIVIDI
La Redazione
Finalmentecasa.net è il nuovo portale degli annunci immobiliari della tua città. Gli immobili sono proposti dalle agenzie immobiliari partner, corredati da foto, video, descrizione e tutte le informazioni necessarie per fare la scelta giusta. Finalmentecasa il modo più semplice di trovare casa nella tua città!